IMU

Si Informa:

che per l’anno 2013 il VERSAMENTO DELLA PRIMA RATA, pari al 50% della quota annua dovuta, dell’imposta municipale propria di cui all’articolo  13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214,  deve essere effettuato

  entro il 17 giugno 2013 

sulla base delle aliquote deliberate l'anno precedente:

  • 1,06 per cento per “altri immobili” (diversi da abitazione principale) ed “aree fabbricabili”
  • esenti i fabbricati rurali ad uso strumentale cat. Catastale D/10 ed i terreni agricoli in base alla classificazione Istat di Comune montano.


IL SALDO A CONGUAGLIO dovrà essere versato entro il 16 DICEMBRE 2013 e andrà invece calcolato determinando l’imposta  dovuta per l’intero anno sulla base delle aliquote approvate e pubblicate entro il  16 ottobre.
 
 IL VERSAMENTO È INVECE ATTUALMENTE SOSPESO (ai sensi del D.L. 54/2013)  per le seguenti categorie di immobili:

  • ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE, esclusi i  fabbricaticlassificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; Per abitazione principale si intende l’immobile iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente (di fatto ove dimora l’intero nucleo famigliare). Per pertinenze si intendono esclusivamente quelle classificate nella categorie catastali C2, C6 e C7 nella misura massima di 1 unità pertinenziale per ciascuna delle categoria sopra indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo. Sull’imposta dovuta per abitazione principale e relative pertinenze, spetta una detrazione pari a € 200,00, fino a concorrenza dell’ammontare dell’imposta,rapportate al periodo dell’anno durante il quale si protrae la detrazione. Per l’anno  2013 la succitata
    detrazione viene maggiorata di € 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni (non compiuti), purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale. L’importo complessivo della maggiorazione, al netto della
    detrazione di base, non può superare l’importo massimo di € 400,00.
  • unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP, istituiti in attuazione dell’articolo 93 del decreto del Presidente della
    Repubblica 24 luglio 1977, n. 616;
  • terreni agricoli e fabbricati rurali di cui all’articolo 13, commi 4, 5 e 8, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, e successive modificazioni. 
     
     

PER TUTTI GLI “ALTRI IMMMOBILI” l’imposta deve essere interamente versata al comune, con la sola esclusione degli immobili censiti nel gruppo catastale “D” (immobili produttivi).

 Per gli immobili del gruppo catastale “D” (immobili produttivi) :

  •  la quota fissa dello 0,76% è riservata e versata a favore dello stato con codice tributo 3925
  • l’eventuale differenza in aumento sino ad un massimo di un ulteriore 0,30% rispetto a quanto stabilito dal Comune, è versata a favore del comune, con codice tributo 3930

L’importo deve essere corrisposto tassativamente mediante versamento da effettuarsi  con Mod. F24 (Modello di pagamento unificato – Agenzia delle Entrate). 

Allegati

Delibera IMU anno 2013

Note: Delibera IMU anno 2013

Regolamento IMU

Note: Regolamento IMU

Avviso IMU 2013 Bovegno

Note: Avviso IMU 2013 Bovegno

Ultima modifica: Lun, 30/11/2015 - 18:10